CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

armando stacchini1 dicembre 2016. Armando Stacchini confermato alla guida della Federazione Nazionale Pensionati della Confederazione Democratica. Lo ha deciso all’unanimità il direttivo della FNPS-CDLS che si è riunito nei giorni scorsi, dopo il settimo congresso di federazione. Armando Stacchini sottolinea i punti salienti della mozione finale votata dai delegati congressuali, a partire dal nodo della previdenza: “Il Governo che domenica 4 dicembre uscirà dalle urne ha di fronte una serie di sfide che vanno affrontate con una concreta politica di riforme, partendo da quella delle pensioni. Non siamo disponibili ad accettare ulteriori tagli lineari, dopo aver già dimostrato grande senso di responsabilità e contribuito con i prelievi di solidarietà via via introdotti nelle ultime leggi finanziarie”.

E l’invito del segretario dei pensionati è quello di lavorare ad un progetto riformatore equilibrato, “che salvaguardi i redditi dei pensionati e non penalizzi i lavoratori attivi con l’elevazione dei limiti di età, avviando un progetto che privilegi la flessibilità e il ricambio generazionale ”. Mentre il Secondo Pilastro previdenziale “va rivisto in una ottica collettiva e contrattuale, ridando autorevolezza alle parti sociali che ne sono i veri protagonisti e va sostenuto affinché diventi un valido strumento integrativo, in grado di sostenere concretamente il reddito dei futuri pensionati”.

Per la Federazione Pensionati della CDLS è indispensabile che i Fondi pensionistici, frutto dei versamenti dei lavoratori attivi, “debbano essere salvaguardati da indebiti prelievi sotto qualsiasi forma e, soprattutto, da forme di investimento che non diano la massima garanzia di affidabilità”; per la FNPS è necessario sottolineare una volta per tutte che si tratta di capitali dei lavoratori e dei pensionati e non di proprietà dell’ISS o dello Stato.

Il segretario Stacchini sottolinea infine che sul fronte del potenziamento della casa di riposo “Casale La Fiorina” e dell’unificazione delle case di riposo venga fatta la massima chiarezza: è prioritario salvaguardare i livelli assistenziali di eccellenza e tutelare nel miglior modo possibile gli anziani che necessitano di assistenza ed i lavoratori che prestano la loro attività in questo delicato settore. “Prendiamo atto della volontà di perseguire la strada di un polo assistenziale pubblico – puntualizza Stacchini - ma è necessario accelerare i tempi mediante la definizione di un percorso concreto e celere, capace di dare risposte adeguate agli anziani in generale e soprattutto a quelli non autosufficienti”.

Grande attenzione della Federpensionati della CDLS riguardo ai temi della crescita economica e dello sviluppo occupazionale, soprattutto con riferimento alle nuove generazioni: la politica deve confrontarsi ed impegnarsi per lo sviluppo e non discutere di tagli al welfare e di politiche recessive e penalizzanti. San Marino può uscire dal tunnel della crisi solo con un piano di sviluppo chiaro, concreto e condiviso da tutte le parti sociali.

Sono sette componenti della nuova segreteria nominati dal direttivo: Armando Stacchini, Marino Canti, Felice Pavone, Bruno Battazza, Marco Beccari, Nevia Casadei, Elio Bernardi.

0
0
0
s2smodern

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

logoSmacpng

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin