CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

edilizia4 aprile 2017. Trasparenza, legalità, reciprocità. Sono questi i punti chiave dell’accordo tra la Cassa Edile di San Marino , l’Associazione nazionale costruttori edili e la commissione paritetica che riunisce le Casse Edili attive in Italia. Dopo mezzo secolo di rapporti bilaterali basati solo sulla consuetudine, l’accordo firmato questa mattina a Roma mette nero su bianco una serie di regole e procedure in tema di distacchi di personale in territorio italiano e sammarinese.


Una svolta decisiva sul fronte della trasparenza e della lotta al lavoro nero perché l’intesa stabilisce lo scambio di informazioni sulla regolarità contributiva dei dipendenti, e quindi sullo stato di salute economico dei costruttori edili italiani e sammarinesi che accedono agli appalti privati e pubblici in entrambi gli Stati.


Con il presidente della Cassa Edile di San Marino, Secondo Castiglioni, erano presenti alla firma il vice presidente Mirco Battazza, il direttore Elios Angelini, il consigliere Pier Marino Sarti e il presidente del Collegio Revisore Marco Cevoli e l’avvocato Alessandro Bugli. Per la Commissione Nazionale delle Casse Edili hanno sottoscritto il documento il presidente Carlo Trestini e il vice presidente Stefano Macale.


L’accordo si basa sulla reciproca collaborazione tra la Cassa Edile Sammarinese e le 115 Casse Edili sparse in tutta Italia ( 12 in Emilia Romagna e 5 nelle Marche).

Cassa Edile di San Marino
Commissione Paritetica Nazionale delle Casse Edili

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

logoSmacpng

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook