CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

donna a21 novembre 2016 - Il prossimo venerdì 25 novembre è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, istituita dall'ONU. Un'occasione di sensibilizzazione e riflessione per rilanciare l'impegno e l'azione per superare, prevenire e sconfiggere ogni forma di violenza e di molestia nei confronti delle donne in ogni ambito della vita personale, familiare e sociale, compresi i luoghi di lavoro.

A San Marino disponiamo di un quadro giuridico che si sta consolidando e completando, che mette a disposizione delle donne una serie di servizi e di strumenti giuridici importanti. Quest'anno è stata recepita dal nostro ordinamento anche la Convenzione di Istambul, promossa dal Consiglio d'Europa per la prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica.

Ora serve uno sforzo di tutti sul piano culturale, per abbandonare atteggiamenti sessisti e offensivi verso le donne, ed educare tutti i cittadini al rispetto di ogni persona. Questo processo di cambiamento passa necessariamente anche attraverso un profondo mutamento degli atteggiamenti e comportamenti, e anche dall'abbandono di quelle espressioni verbali che offendono la dignità della donna e le negano il diritto all'autodeterminazione.

Recenti deliberazioni consiliari offrono la possibilità, in materia di autodeterminazione della donna, di compiere alcuni passi in avanti sul piano dei diritti civili, che è l'ambito in cui nel nostro Paese si registra una certa arretratezza. In questi giorni si svolgono una serie di iniziative sotto l'alto Patrocinio della Eccellissima Reggenza e organizzate dal Dipartimento di Scienze Umane dell'Università della RSM in collaborazione con l'Authority per le Pari Opportunità e in sinergia con enti pubblici e privati, finalizzate ad imprimere un nuovo impulso all'attività di prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne e di genere.

Iniziative a cui invitiamo tutte le donne e gli uomini a partecipare. Tra queste ricordiamo la serata di martedì 22 novembre alle 20.30 presso la sala Polivalente di Murata, dal titolo "Formazione e informazione per relazioni libere dalla violenza". Si tratta del primo di quattro incontri che si svolgono nei Castelli.

Nella stessa giornata del 25 novembre, alle ore 15.00 presso il Teatro Concordia di Borgo Maggiore, è in programma la tavola rotonda "In-Formazione: Processi e pratiche per il cambiamento". Altre iniziative legate a questa giornata sono indicate sulla pagina Facebook del Dipartimento di Scienze Umane dell'Università della RSM. Alcune di noi parteciperanno il 26 novembre a Roma alla manifestazione nazionale contro la violenza sulle donne, che ha per titolo "Non una di meno".

Le donne della CSdL - Le donne della CDLS  

0
0
0
s2smodern
facebook_page_plugin