CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

Ibancagnazio Visco resterà al suo posto per un secondo mandato. La decisione è stata di fatto ufficializzata con l'indicazione del suo nome al Consiglio superiore di Banca d'Italia da parte del premier Paolo Gentiloni. A questo punto, mancano passaggi che sembrano solo formali per la nomina del Governatore: il parere non vincolante del 'board' di via Nazionale, la discussione in Cdm, che potrebbe anche essere accesa ma che non dovrebbe riservare sorprese sostanziali, e la firma del capo dello Stato Sergio Mattarella sul decreto.

Alla fine, come già emerso peraltro negli ultimi giorni, la decisione concordata da tempo da Gentiloni e Mattarella ha resistito alla sfida lanciata dal leader del Pd Matteo Renzi, con la mozione parlamentare che chiedeva discontinuità, e al clamore che ne è seguito.

Secondo diversi osservatori, peraltro, proprio la 'forzatura' in extremis potrebbe aver rafforzato la convinzione di Quirinale e Palazzo Chigi dell'esigenza di preservare l'autonomia e l'indipendenza della banca centrale con una scelta all'insegna della continuità. A maggior ragione, con la legislatura alle battute finali e la delicata fase di transizione che si apre per l'Area Euro con la progressiva riduzione del piano di acquisto di titoli della Bce, annunciata oggi dal presidente Mario Draghi.

adnkronos

facebook_page_plugin