CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

riminiRicomincia a crescere la popolazione in Emilia-Romagna, dove a gennaio 2017 si registrano 4.457.318 residenti: 2.925 in più rispetto a gennaio 2016. Un aumento in controtendenza rispetto al dato nazionale che, secondo l'Istat, segna un calo.

In regione oltre la metà della popolazione è di sesso femminile (51,5%) e i quasi tremila residenti in più riguardano soprattutto la fascia di popolazione con più di 44 anni. Sono alcuni dei dati diffusi dall'Ufficio statistica della Regione Emilia-Romagna, rilevati in collaborazione con gli uffici statistici provinciali e della Citta metropolitana di Bologna.

La distribuzione della crescita sul territorio vede al primo posto la provincia di Bologna (+3.600), seguono Rimini e Parma (oltre 1.000 ciascuna). L'incremento dei residenti riguarda la popolazione adulta e anziana e i cittadini italiani.

Sono poi 531.028 gli stranieri residenti iscritti all'anagrafe dei Comuni: in totale gli stranieri sono 3.000 in meno, soprattutto per effetto dei 25mila naturalizzati nel corso dell'anno, principalmente giovani adulti con figli spesso nati in Italia.

Resta comunque positivo il saldo naturale e migratorio della popolazione straniera. I residenti provengono da oltre 150 paesi e il 69,8% di loro appartiene a dieci comunità: Romania, Marocco, Albania, Ucraina, Cina, Moldova, Pakistan, Tunisia, India e Filippine.

newsrimini

facebook_page_plugin