CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

spiaggiaDopo il successo della prima edizione con oltre 10mila partecipanti, è tutto pronto per Rimini Summer Pride 2017, la manifestazione romagnola per i diritti delle persone LGBTI, lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, intersessuali e le loro famiglie.

Sabato 29 luglio sono attese migliaia di persone per la parata da piazzale Benedetto Croce a piazzale Fellini, per rivendicare gioiosamente la propria unicità e il diritto di essere quel che si è senza dover subire stigma, condanna o violenza. Ma la marcia di Rimini Summer Pride inizierà già martedì, con incontri culturali, attività sportive in spiaggia, concerti e dj set in piazzale Fellini e giovedì la prima Summer Pride Run.

Il titolo della manifestazione di quest’anno è “Summer of Love, Summer of Pride” per ricordare, a esattamente 50 anni di distanza, la “Summer of Love” del 1967 a San Francisco. Allora si radunarono centinaia di migliaia di giovani, di hippy, di figli dei fiori in un clima di spensieratezza, di fratellanza e di allegria per assistere a centinaia di concerti, spettacoli, dibattiti, gettando i semi del sentimento rivoluzionario che produsse i cambiamenti sociali e culturali del ’68 e del ’69.


“Le migliori rivoluzioni sono quelle che si fanno con allegria come avvenne per la Summer of Love – recita il Manifesto poetico di Rimini Summer Pride 2017 -. Così sarà per noi una Summer of Pride. La disposizione d’animo è quella di chi guarda lontano verso la fine del nostro percorso, guarda a quando ci sarà una società libera e aperta, con diritti e tutele riconosciute per tutti e tutte. Il Summer Pride vuole combattere queste battaglie con il sorriso, con la nobile arma del rendersi visibili per come si è qualsiasi cosa si sia (o quel giorno si “decida” di essere), con lo spirito intensamente leggero di chi è consapevole del valore inestimabile e incomprimibile della libertà di ogni persona.

I Pride sono ancora necessari – oggi come ieri, qui come altrove – per mostrare che una società diversa esiste, ed è fatta di persone che vogliono il rispetto e i diritti per tutti e tutte. È un messaggio di accoglienza e di speranza che viene mandato a chiunque si senta discriminato per il suo essere LGBTI, perché nessuno deve essere costretto a rinunciare alla propria serenità per colpa dei tanti pregiudizi di cui è ancora impregnata la nostra società”.


A emblema della disposizione universale all’evento, il Comitato organizzativo di Rimini Summer Pride è composto di persone di entrambi i sessi e di tutti gli orientamenti sessuali, professionisti che mettono a disposizione le loro competenze e il loro talento per la migliore riuscita dell'evento.

La manifestazione ha avuto il patrocinio oltre che di Rimini, città ospitante, e della Regione Emilia-Romagna, di quasi tutti i comuni della Riviera romagnola e di altri che spontaneamente l'hanno offerto come sostegno e amicizia: Gradara, Cattolica, Misano, Santarcangelo, San Mauro Pascoli, Cesenatico, Cervia e Ravenna. Inoltre il Summer Pride ha ricevuto una manifestazione di vicinanza dalla Commissione pari opportunità della Repubblica di San Marino.