CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

stradone143.722 ingressi ai musei sammarinesi. I visitatori serali lamentano di trovare gli esercizi commerciali chiusi. I numeri arrivano dalla Direzione Istituti Culturali e sono aggiornati a luglio. Accessi in tempo reale perchè i dati vengano registrati da un software che legge gli accessi per singolo biglietto elettronico.

Luglio è anche stato il mese di test della nuova tessera “due musei”, attivata il 26 giugno. La Direzione parla di una “consistente perdita di fatturato” dovuta alla chiusura per circa 3 mesi della Prima Torre - il monumento più visitato della Repubblica – dopo l’incendio provocato dalla caduta di un fulmine il 5 gennaio. 93mila e 91 i biglietti venduti, -1,21% rispetto al 2016. Solo per la chiusura della Prima Torre si sono persi 7.129 biglietti. Eccellenti i dati del solo mese di luglio con 32.976 biglietti venduti (+3,18 rispetto al2016), di cui 7.361 della sola nuova tessera “duemusei” e 53.280 ingressi totali.

La Direzione degli Istituti culturali torna anche sulle ultime critiche lanciate dall'Ius che ha parlato di “costo alto dei musei per il valore di visita a paragone di altre destinazioni storiche”. I prezzi dei musei sammarinesi, precisa la nota, “sono perfettamente in linea, se non più convenienti, con analoghe situazioni museali del circondario”.

Piuttosto si segnala che spesso i visitatori serali lamentano di trovare pochi esercizi turistici aperti una volta usciti dalle strutture museali. E spesso è proprio il valore storico che fa la differenza per alcune fasce di visitatori, che riconoscono in collezioni importanti – come quella delle armi antiche - o nel valore di unicità della storia patria le motivazioni per una visita a San Marino.

facebook_page_plugin