CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

bancaÈ ufficiale. Gli arabi hanno acquistato Banca Cis. Manca ovviamente ancora l'autorizzazione di Banca Centrale alla cessione delle quote ma il contratto è stato firmato e prevede la cessione di tutte le azioni: quelle in capo a Marino Grandoni, figura di riferimento del Credito Industriale che detiene oltre l'85% del pacchetto azionario attraverso Banca Partner, quelle di Patrizia e Paolo Gerani con l'8,84% e di Marcella Tonelli con il 5,44%. Il contratto per la cessione della partecipazione in Banca CIS, conferma una nota ufficiale, è tra la società Leiton Holding rappresentata da Marino Grandoni e Daniele Guidi e Mohamed Ali Turki, imprenditore saudita titolare dell'omonimo gruppo industriale attivo in numerosi paesi del medio oriente, Nord Africa ed Europa con investimenti nei settori della progettazione, costruzione, manutenzione e assistenza di impianti di trattamento acque, desalinizzazione e petroliferi, telecomunicazione, immobiliare, ristorazione e finanza.

La sottoscrizione del contratto, prosegue la nota, è avvenuta presso la sede di Banca CIS alla presenza di rappresentanti dei governi di Arabia Saudita, Egitto, Turchia e Barhein nonché di numerosi ospiti e partners della famiglia Turki. La firma definitiva dell'accordo è il risultato di un importante processo di valutazione che ha confermato la solidità dell'azienda, la qualità dell'organizzazione e l'alta professionalità del management che consentiranno a Banca CIS di approcciare il mercato internazionale.

Peraltro, conclude la nota, la conclusione dell'accordo è un importante segnale di interesse per il nostro paese e un passo concreto per la ripresa economica e l'internazionalizzazione del sistema finanziario.Dopo anni in cui si contavano solo uscite di denaro arrivano capitali freschi in Repubblica e Cis torna, prima banca sammarinese, di proprietà di un gruppo estero. L'istituto di credito nasce infatti di proprietà della famiglia Benetton, per poi passare alla Cassa di Risparmio di Rimini e infine, con banca Partner, di proprietà di Grandoni.

smtv

facebook_page_plugin