CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

Palazzo pubblicoSulle banche tornano ad alzarsi i toni del dibattito tra maggioranza e opposizioni. 8 voti contrari, 5 favorevoli: non passa in Commissione consiliare affari interni e giustizia il progetto di legge per l'istituzione di una Commissione d'inchiesta sul sistema bancario, presentato dal gruppo consiliare della Democrazia Cristiana. L'iter normativo della proposta si interrompe infatti con la bocciatura del primo articolo durante l'esame del testo, facendo decadere di fatto l'intero impianto.

“Pur in presenza di elementi condivisibili, fare luce sui rapporti tra vertici ed ex vertici di Banca Centrale e soggetti della finanza privata, così come su possibili conflitti di interesse relativamente alle nomine in seno al Coordinamento della vigilanza Bcsm esula – per la maggioranza – dai compiti della Commissione consiliare competente. Diverso sarebbe – sottolineano da Adesso.sm - se vi fossero prove ed elementi indiziali sulla connivenza della politica verso tutta una serie di vicende e le loro ricadute. Proposta che per i commissari di maggioranza va dunque respinta ed eventualmente riformulata in futuro. Critiche dai banchi dell'opposizione, in particolare per la mancata possibilità in tale sede referente di dare risposte e ricreare fiducia, modificare il progetto di legge e tararlo in base alle esigenze di tutti i gruppi consiliari. Intanto già promette di dare battaglia la Dc:

“Depositeremo – assicurano – un esposto direttamente in Tribunale, per l'accertamento delle responsabilità di ognuno”. “Questa bocciatura – aggiungono - è la riprova che non c'è volontà da parte della maggioranza di fare chiarezza sui soggetti e sulle dinamiche che in questi mesi hanno pesantemente influenzato il sistema bancario. Un esempio? Le dimissioni forzate di Savorelli - al quale, fa notare il Pdcs, pare verrà data dal Governo anche una “buona uscita” - sembra che siano la soluzione a tutti i problemi”.

smtv

facebook_page_plugin