CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

giovani laureatiIl Comitato esecutivo per il Lavoro e la Formazione ha emesso un concorso per consentire a giovani diplomati e laureati l’accesso ai finanziamenti nella forma di voucher formativi quali strumenti volti a sostenere l’alta formazione all’estero.

PROPONENTI – Possono presentare domanda di concorso nel finanziamento nella forma di voucher formativi i soggetti proponenti quali tutte le imprese sammarinesi, anche consorziate fino al numero di tre per le piccole imprese, che operano nei settori economici e prioritariamente nelle aree definite dal Comitato esecutivo per il Lavoro e la Formazione per l’anno 2017; i giovani disoccupati o inoccupati, il cui stato è riconosciuto dall’ufficio del lavoro, legati ad un progetto d’impresa o di lavoro autonomo. In questi sono ricompresi coloro che hanno fatto richiesta di incentivo per lavoro autonomo e auto imprenditorialità, quale sostegno allo sviluppo del progetto d’impresa sulla base di un piano di fattibilità e coloro che si trovano nella condizione di disoccupati o inoccupati a seguito di procedura di licenziamento collettivo, anche durante il periodo di percepimento degli ammortizzatori sociali previsti dalle norme vigenti.

DESTINATARI – I destinatari dei voucher formativi sono i giovani cittadini sammarinesi o residenti, diplomati o laureati, con età anagrafica non superiore ai 35 anni per gli uomini e ai 40 per le donne, che si trovino nelle condizioni: lavoratore con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, presso impresa sammarinese che, in qualità di soggetto proponente, abbia presentato apposita richiesta ai sensi del presente bando, in relazione a progetti di sviluppo dell’impresa medesima; lavoratore con rapporto di lavoro a tempo determinato, presso impresa sammarinese che, in qualità di soggetto proponente, abbia presentato apposita richiesta ai sensi del presente bando, in relazione a progetti di sviluppo dell’impresa medesima, con preciso impegno dell’azienda all’assunzione a tempo indeterminato entro 6 mesi dal termine del corso di alta formazione; disoccupati o inoccupati, il cui progetto individuale sia condiviso con l’impresa. In questo caso l’impresa presenta la richiesta di accesso al voucher formativo impegnandosi all’assunzione a tempo determinato, del soggetto destinatario del voucher formativo, entro 6 mesi dal termine del corso di alta formazione; disoccupati o inoccupati che, in qualità di soggetti proponenti, abbiano presentato apposita richiesta ai sensi del presente decreto delegato. Sono destinatari dei voucher formativi per l’anno 2017 anche i lavoratori e i giovani disoccupati o inoccupati che hanno già iniziato attività formative nel periodo dal 1° gennaio scorso alla data di presentazione della “domanda di candidatura per l’ammissione al finanziamento dell’alta Formazione all’estero di giovani diplomati e laureati”, come da verbale del Comitato Esecutivo della Formazione del giorno 12 settembre 2017.

SETTORI ECONOMMICI – Per l’anno 2017 il finanziamento dei voucher formativi è ammesso per iniziative in ogni settore economico e in via prioritaria per Sistemi informatici e gestionali, Innovazione e proprietà industriale, Logistica, Sistemi di programmazione e controllo, Gestione delle risorse umane, Risk Management, Gestione della produzione e degli approvvigionamenti, Gestione di nuovi materiali, Efficienza energetica e sostenibilità ambientale, Internazionalizzazione dei servizi bancari e finanziari, Ingegneria dei processi, Servizi alla persona, Studi comparati di diritto internazionale anche per le libere professioni, Servizi attuariali nelle attività assicurative, Servizi Finanziari, Gestione della Innovazione tecnologica e gestionale, Recupero e riciclaggio dei rifiuti, Gestione dell’impresa agricola, Servizi turistici avanzati, Sanità e ricerca medica, Design.

SOGGETTI EROGATORI – Sono soggetti erogatori delle attività formative finanziabili: le Università degli Studi (per master o altro post-laurea); le agenzie formative in possesso di certificazione/ accreditamento di qualità secondo norme e sistemi riconosciuti a livello europeo; le istituzioni accademiche o scientifiche, le associazioni tecnico-scientifiche a base professionale e le imprese di consulenza certificate con esperienza consolidata che saranno oggetto di verifica e valutazione da parte del Comitato esecutivo per il Lavoro e la Formazione.

FINANZIAMENTO – Il contributo erogabile per ciascun voucher, al termine del corso, è di massimo 15mila euro, su richiesta di rimborso presentata dall’azienda a cui è stato assegnato il voucher; è di massimo 10mila euro, su richiesta di rimborso presentata del soggetto proponente (disoccupato o inoccupato) a cui è stato assegnato il voucher. Lo Stato concorre alle spese sostenute nella misura massima del 50% del costo dei percorsi formativi. Le somme corrisposte a titolo di contributo sono cumulabili, con le modalità stabilite dalle specifiche disposizioni, con qualsiasi altro beneficio attribuibile ai sensi della legislazione vigente in materia di imprenditoria sammarinese; non sono cumulabili, con i benefici attribuibili ai sensi della legislazione vigente in materia di diritto allo studio.

COSTI – Sono riconosciuti e rimborsati i costi documentati di frequenza alle attività formative al lordo di eventuali imposte. Le spese di viaggio, vitto e alloggio per materiali didattici e qualsiasi altra spesa non sono rimborsabili qualora il soggetto proponente sia l’impresa. Le spese di viaggio, vitto e alloggio documentate, sono rimborsabili, qualora il soggetto proponente sia il giovane disoccupato o inoccupato.

DOMANDA E ALLEGATI – Per partecipare al bando, i proponenti a pena di esclusione della domanda, devono presentare formale domanda di ammissione, su carta libera, datata e sottoscritta in originale, contenente dati anagrafici del proponente e del corso prescelto, nel caso di impresa i dati identificativi e dati del lavoratore destinatario, dichiarazione da parte del lavoratore dipendente o che deve essere assunto ad assumersi l’obbligo di permanere in azienda nei termini previsti dalle norme, dichiarazione da parte dell’impresa di non incorrere nei vincoli e di ottemperare agli obblighi; progetto di fattibilità/formulario; documentazione relativa al corso prescelto; certificato di diploma o laurea in originale o in copia conforme; certificato per i giovani disoccupati o inoccupati relativo allo stato di disoccupato o inoccupato unitamente al certificato relativo al reddito del nucleo familiare pro capite nei termini previsti dalle norme; progetto d’impresa o di lavoro autonomo. La domanda e gli allegati devono pervenire in busta chiusa entro e non oltre il 15 novembre alle ore 14, a pena di esclusione, tramite raccomandata, alla segreteria di Stato per il Lavoro – Palazzo Mercuri – Contrada del Collegio n.38, San Marino e indirizzate al Comitato esecutivo per il Lavoro e la Formazione. Sulla busta contenente la domanda, deve essere posta la dicitura: “Alta formazione all’estero – voucher formativi – decreto delegato n.92/2013 – Bando di selezione n. 10/2017”. Per l’anno

2017 le risorse del fondo a sostegno per l’alta formazione all’estero disponibili corrispondono a 30mila euro. La graduatoria sarà pubblicata sul sito internet www.lavoro.sm entro 15 giorni dalla data di deliberazione del Comitato esecutivo per il Lavoro e la Formazione. Per ulteriori informazioni: tel. 0549-882184; sito internet www.lavoro.sm – sezione voucher formativi alta formazione.

facebook_page_plugin