CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

bandalargaPrendiamo atto con soddisfazione della volontà espressa dal Consiglio di Amministrazione di AASS durante l’incontro avuto il 20 dicembre di non voler creare turbative nel mercato delle telecomunicazioni attraverso la propria offerta di noleggio di fibra attiva e passiva.

Da parte della rappresentanza di lavoratori è stato nuovamente ribadito l’invito al CDA di AASS a rivedere al più presto le tariffe di noleggio della fibra in linea con i principi espressi nella nota stampa del 14 dicembre e confermati nella riunione di ieri. L’attuale differenza di prezzo tra il noleggio della fibra attiva e passiva non è sufficiente, a giudizio delle rappresentanze sindacali e dei lavoratori di TIM San Marino, né a remunerare gli investimenti fatti né tanto meno i costi di gestione del servizio creando così il presupposto affinché gli operatori del settore possano disinvestire nel Paese addossando alla comunità gli oneri di sviluppo e di gestione della rete. Tutto ciò non è tollerabile specie in un momento di crisi economica per il Paese.

Attendiamo quindi con fiducia che la Segreteria di Stato competente possa, in tempi brevi, creare le condizioni affinché il mercato possa crescere e svilupparsi in maniera armonica e senza distorsioni con tariffe eque, legate ai costi e orientate al rientro economico degli investimenti fatti sulla base dei principi condivisi in riunione ed espressi nella Delibera del Congresso di Stato del 2/5/2017. Da parte dei lavoratori continuerà il presidio nei confronti del CDA di AASS e del Governo al fine di verificare l’effettiva realizzazione degli obiettivi condivisi.

La Rappresentanza Sindacale dei Dipendenti Tim San Marino

facebook_page_plugin