CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

Camera deputatill premier Giuseppe Conte ha firmato il Dpcm con la nuova stretta sulle attività produttive del Paese a partire da lunedì 23 marzo

Escluse, dunque su tutto il territorio nazionale, una serie di attività contenute in un elenco di 97 voci allegato al provvedimento. Le imprese avranno tre giorni, ovvero fino al 25 marzo, per la sospensione, "compresa la spedizione della merce in giacenza", si legge nel testo.

Il decreto è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 76 del 22 marzo 2020.

"Sono consentite le attività che erogano servizi di pubblica utilità, nonché servizi essenziali" dall'ultima stretta. "Resta tuttavia ferma la sospensione del servizio di apertura al pubblico di musei e altri istituti e luoghi della cultura di cui all'articolo 101 del codice beni culturali, nonché dei servizi che riguardano l'istruzione ove non erogati a distanza o in modalità da remoto nei limiti attualmente consentiti", si legge nel testo.

"Le disposizioni del decreto" che ha determinato la nuova stretta anti-covid19 "producono effetto dalla data del 23 marzo 2020 e sono efficaci fino al 3 aprile 2020". La validità dei Dpcm e delle ordinanze finora emanate viene inoltre uniformata al 3 aprile. Le nuove restrizione "si applicano, cumulativamente a quelle di cui al decreto del Presidente del Consiglio 11/3/20 nonché a quelle previste dall'ordinanza del ministro della Salute del 20/3/20 i cui termini di efficacia, già' fissati al 25 marzo 2020, sono entrambi prorogati al 3 aprile 2020", si legge infatti nel testo.

adnkronos

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

Frontalieri2

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin