CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

rimini mareIl turismo di Rimini ha registrato +2,5% di arrivi e +1,1% di presenze nel 2019. In base ai dati Istat, si tratta dell’unico comune costiero della provincia a segnare un tasso positivo per quanto riguarda i pernottamenti (Riccione -0,1%, Bellaria-Igea Marina -0,6%, Cattolica -1,1%, Misano Adriatico -0,5%). A crescere nel capoluogo è soprattutto la componente straniera (+3,9% di presenze), in particolari da Polonia (+31,3%, 137.696 notti dormite), Russia (+6,5%, 468.013) e Germania (+1,6%, 400.753).

Il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, sottolinea come il “capoluogo per il quinto anno consecutivo accumuli una crescita sia in arrivi che in pernottamenti. Un risultato incoraggiante viste le dinamiche di un anno comunque difficile per il turismo italiano, tra una primavera funestata dalla pioggia e dalle difficoltà del balneare alle prese con una concorrenza internazionale molto più agguerrita di un tempo”. In termini di arrivi, invece, i turisti stranieri sono soprattutto russi (97.244), +10,3% rispetto all’anno prima.

A seguire tedeschi (+3,2%, 78.538), svizzeri (+2,3%, 35.874), polacchi (+33,4%, 30.343 turisti), britannici (+27,7%, 14.955), spagnoli (+14,4%, 7.713) e svedesi (+12,5%, 4.644). Per quanto riguarda il flusso straniero nelle altre città, a Riccione gli arrivi esteri segnano -3,5% e le presenze estere -4,4%, a Bellaria-Igea Marina +8,7% e +1,8%, a Cattolica -0,5% e -2,6%, a Misano Adriatico +0,3% e -0,2%.

Romagnauno

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

Frontalieri2

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin