CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

castello malatestaUna piazza che diventa quindi piattaforma di bellezza, tra verde, storia, arte e che riconsegnerà alla città un grande spazio urbano di oltre 11mila metri quadrati trasformato in agorà verde completamente pedonalizzata, tra giardini e installazioni – si afferma nella nota di Palazzo Garampi -. Su questo rinnovato impianto urbano sono infatti declinate le suggestioni felliniane, sulla base dei tre aree in cui è riletta la piazza. Nella prima, identificata nell’ingresso nel centro antico, ci sarà l’irruzione della “campagna” nella città: uno spazio con alberi e vegetazione bassa, che accoglierà tre grandi lanterne russe e sette fiori di pietra disegnati da Tonino Guerra». Nella seconda area, tra il fronte del Castello e il Galli, un «sottilissimo velo d’acqua su un piano continuo di pietra e un sistema di nebulizzazione rievocano l’antica monumentalità» della Rocca.

Nel terzo spazio, che corre accanto al Teatro, protagonista “8 e 1/2”, il capolavoro di Federico Fellini, con al centro una grande panca circolare circondata da una serie di cerchi luminosi. «La nuova piazza Malatesta connette così gli altri due assi del Museo Fellini: il Palazzo Valloni, edificio di origine settecentesca dove ha sede il Cinema Fulgor, e Castel Sismondo. I due spazi, che sono il luogo di una narrazione attraverso film, disegni, oggetti di scena, costumi, valorizzate con l’ausilio di tecnologie interattive».

L’amministrazione sta lavorando affinché la nuova zona pedonale possa essere accessibile a residenti e i veicoli autorizzati, in particolare che devono transitare verso la via Poletti o la via Bastioni Occidentali.

Corriere Romagna

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

Frontalieri2

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin