CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

barcaUna situazione insostenibile per il mondo della pesca a causa del vertiginoso aumento del gasolio (che ha provocato tre settimane di sciopero dei lavoratori) e delle pressioni tra marinerie, sfociate in proteste e minacce verso i pescatori della riviera, per continuare la serrata e tenere i pescherecci fermi per protesta.

La situazione è stata esposta all’assessore regionale Alessio Mammi dai rappresentanti delle associazioni di categoria dei pescatori. In prima battuta, la Regione si è impegnata a stanziare 1,5 milioni di euro, fondi resi disponibili da un assestamento di bilancio, da destinare alle imprese della pesca dell’Emilia-Romagna. “In un momento così complicato per l’economia del mare– afferma Mammi – sono indispensabili la collaborazione e l’unità di intenti da parte di tutti i soggetti interessati, per tutelare un settore strategico per l’economia regionale e di tutto il Paese. La Regione farà la propria parte”. “Inoltre– ha proseguito- abbiamo già sollecitato il Governo affinché stanzi il prima possibile i 20 milioni di euro già previsti a sostegno del settore ittico, a titolo di indennizzo per il pesante aumento dei costi del gasolio dovuti alla situazione internazionale.

Rimininews

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

Frontalieri2

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin