CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

lettera3 maggio 2018. “Il Governo continua a fare tutto da solo”. I segretari delle Federazioni Pubblico Impiego della CSU puntano il dito contro il decreto firmato dal Congresso di Stato sulla modifica della retribuzione di risultato ai dirigenti pubblici.  Decreto, fanno sapere i segretari Alessio Muccioli (FUPI-CSdL) e Milena Frulli (FPI-CDLS), arrivata al sindacato in forma di bozza lunedì ed approvato lo stesso giorno: “Il confronto sembra ormai diventato un optional, così una bozza di decreto che interviene su una voce della retribuzione viene inoltrata alle parti sociali per conoscenza ed emanata senza aprire nessuna discussione”.

“Ancora una volta - insistono Muccioli e Frulli - su materie di natura contrattuale il Governo continua a fare tutto da solo, scavalcando a piedi pari il confronto con il sindacato. Siamo di fronte a una non-volontà all’ascolto e al dialogo che sta toccando livelli davvero inaccettabili”.

Ma oltre al metodo, i segretari FUPI-CSdL e FPI-CDLS contestano anche scelte di merito contenute nella delibera: “La retribuzione di risultato continua ad essere devoluta solamente al dirigente, ignorando le proposte del sindacato di riconoscere il lavoro di squadra e quindi suddividere il premio economico con tutti i dipendenti che hanno lavorato al fianco del dirigente. Una passo nella direzione dell’equità che questo Esecutivo non ha voluto compiere”.

SEGUICI ANCHE SULLA PAGINA  FACEBOOK   AMICI DELLA CDLS

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

logoSmacpng

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin