CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

megafono4 luglio 2018. Anche i dipendenti della Cassa di Risparmio giudicano “illegittimo e illegale” il recesso dell’accordo aziendale sottoscritto con i vertici dell’istituto di credito di Piazzetta del Titano ed esprimono “solidarietà e condivisione” ai colleghi della Banca di San Marino reduci da tre giorni di sciopero. “L’Assemblea dei Dipendenti della Cassa di Risparmio della RSM S.p.A. – si legge in una nota - per il tramite della Rappresentanza Sindacale Aziendale, esprime la propria piena solidarietà e la più ampia condivisione alle iniziative di mobilitazione e sciopero che sono state intraprese dai Dipendenti della Banca di San Marino S.p.A. contro il recesso dell’Accordo aziendale ed a difesa della puntuale applicazione del Contratto Nazionale Banche riguardo all’Art. 40”.

I Dipendenti della Cassa di Risparmio della RSM ribadiscono inoltre “la loro ferma contrarietà alle azioni illegittime ed illegali che hanno portato anche al recesso dell’Accordo Aziendale della Carisp e stigmatizzano l’introduzione da parte del Cda di norme non condivise sulla ‘Policy spese legali’, che modificano in modo unilaterale i diritti derivanti dall’Art. 21 del Contratto Nazionale Banche”.

 

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK AMICI DELLA CDLS

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

logoSmacpng

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin