CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

GIARDINIERI OILSan Marino 10 giugno 2022. Dalla Conferenza Internazionale del Lavoro a Ginevra il vice Segretario CDLS, Gianluigi Giardinieri, rilancia il tema delle riforme: “Per affrontare i prevedibili impatti sociali derivanti dal perdurare del clima di incertezza economica causata dall’emergenza sanitaria e dal conflitto armato in Ucraina sarà indispensabile aggiornare e potenziare gli strumenti di welfare e sarà necessario proseguire il percorso di confronto sulle riforme, che dovranno essere equilibrate, sostenibili e pienamente condivise”.

I lavori della 110’ sessione della Conferenza Internazionale del Lavoro che si sta svolgendo presso la sede dell’ONU a Ginevra si concluderanno domani e dopo il periodo di forzato stop legato alle limitazioni conseguenti alla pandemia, la Conferenza si è tenuta in presenza con la partecipazione di alcune centinaia di delegate e delegati provenienti da tutto il mondo, che hanno rappresentato le istanze delle tre componenti del mondo del lavoro: governativa, imprenditoriale e dei lavoratori. In qualità di delegato per la CDLS, ma più in generale anche in rappresentanza del sindacato sammarinese, era presente il Segretario Generale aggiunto Gianluigi Giardinieri.

“Partecipare, finalmente di nuovo in presenza, ai lavori della Conferenza dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) – puntualizza Giardinieri – è una occasione unica per approfondire tematiche di rilevante importanza, per conoscere il punto di vista delle parti sociali di altri Paesi su temi comuni di rilevante attualità ma anche su dinamiche più specifiche e legate alle peculiarità delle situazioni locali. E’ un momento di crescita e di riflessione su tutto ciò che riguarda le dinamiche del mondo del lavoro, non limitandosi alla visione locale e specifica del nostro Paese, ma allargando l’orizzonte in un ambito più internazionale e globale.”

“Nella giornata di martedì – continua il vice Segretario CDLS – è intervenuto il Segretario al Lavoro che ha portato all’attenzione della sala plenaria l’impegno di San Marino per promuovere un nuovo paradigma di sviluppo sostenibile fondato sull’ambiente, sull’inclusione e sulla ripresa incentrata sulla persona. Questi progetti di crescita economica e rilancio, peraltro comuni anche ad altri Paesi, sono pienamente condivisibili anche se purtroppo, l’emergenza sanitaria, la crisi economica ed il recente conflitto armato in Ucraina stanno minando le fondamenta della ripresa e creando crescenti incertezze riguardo alla stabilità economico-sociale globale. Questa forte e crescente preoccupazione rispetto al futuro è emersa in moltissimi interventi dei delegati.”

 “Dopo la recente ratifica da parte di San Marino della Convenzione n. 190 dell’ILO sulla violenza e sulle molestie sui luoghi di lavoro, fortemente richiesta da parte del Gruppo Donne della CDLS – conclude Giardinieri - è necessario provvedere ad integrare la normativa con quanto previsto dalla Raccomandazione n. 206 e dalle norme e protocolli attuativi. Il percorso virtuoso che ha portato San Marino nel novero dei Paesi più avanzati rispetto al recepimento delle convenzioni internazionali deve continuare con sempre maggiore determinazione ed, rafforzando la collaborazione con gli organismi internazionali come l’OIL/OIT ed, in particolare, con l’Ufficio OIL Italia/San Marino.”

 

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

Frontalieri2

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin