CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

MIRCO BATTAZZA San Marino, 21 novembre 2022. Aumenti di luce-gas e scontistica Smac nel mirino del presidente ASDICO, Mirco Battazza, che parla di rincari spropositati e di scelte contraddittorie fatte senza confronto.Serve a poco – afferma il presidente ASDICO - fare confronti con altri Paesi quando a livello Europeo si stanziano risorse ingenti a sostegno delle famiglie e delle imprese”. E rispetto alla percentuale di aumento del gas decisa dal Segretario di Stato Lonfernini precisa: “Nell’arco di un anno il gas è stato aumento del 30% lo scorso gennaio, poi a luglio di un ulteriore 30% ed oggi di un altro 30%. Se non mi difetta la matematica ci troviamo un aggravvio in bolletta del 90% che con l’effetto trascinamento supererà il 100%. Si tratta di aumenti che non sono sopportabili”.

“Contestiamo con forza- continua Mirco Battazza - l’assenza di dialogo su un tema cruciale come gli aumenti delle tariffe delle utenze domestiche. È passato un mese dalla richiesta di incontro con l’Autority dell’Energia e ancora attendiamo una risposta che speriamo arrivi al più presto. Mentre con il Segretario di Stato Lonfernini tutto si è risolto con un faccia a faccia di dieci giorni fa dove c’è stato solo il tempo per ascoltare decisioni già prese. All’origine di rincari esagerati e ingiusti di gas ed energia elettrica c’è stata insomma da parte delle istituzioni una mancata volontà di confronto e anche una deliberata determinazione di scaricare sui cittadini-consumatori ritardi e inefficienze del nostro modello energetico”.

Anche sul fronte della scontistica Smac la contrarietà dell’ASDICO resta alta: “La riduzione da 15 a 10 centesimi dello sconto carburanti su ogni litro di benzina decisa dalla Commissione Sanità per sostenere il fondo pensioni è stato un provvedimento incomprensibile e contraddittorio, non solo perché ha un forte impatto sui bilanci delle famiglie e delle aziende e contribuisce ad indebolire la funzione della Smac, ma anche perché porta con se il rischio che per finanziare qualsiasi sostegno al Welfare si possa procedere a nuove riduzioni o addirittura a introdurre accise sui consumi”.

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

Frontalieri2

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin