CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

terrorismo2Due bombe sono esplose davanti a una cattedrale nelle Filippine, sull'isola di Jolo, a sud del Paese nella regione del Mindanao. L'attentato è stato rivendicato dal Daesh, fa sapere Site citando Amaq, la principale agenzia di stampa del sedicente Stato Islamico.

La polizia nazionale, come riporta Cnn Philippines, ha fatto sapere che le vittime dell'attentato sono almeno 20, di cui 15 civili e 5 soldati. Inizialmente gli agenti avevano diffuso un numero più alto di vittime, 27, ma in seguito hanno spiegato che l'errore era stato causato da un doppio conteggio. Sarebbero, invece, più di 110 le persone rimaste ferite, ma il bilancio potrebbe non essere ancora definitivo.

La maggior parte delle vittime erano fedeli (circa 15) e soldati. Il portavoce del presidente Rodrigo Duterte ha condannato la strage come "atto di terrorismo e omicidio".

Avvenire

facebook_page_plugin