CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

trenoTrenitalia Uk, società controllata al 100% da Trenitalia, e FirstGroup si sono aggiudicati il franchise ferroviario della West Coast inglese, con quote del 30% (Trenitalia Uk) e del 70% (FirstGroup). Lo ha reso noto oggi il Dipartimento dei Trasporti britannico, come riporta una nota dell'azienda italiana. Il franchise sulla West Coast (durata 2019-2031) comprende i collegamenti InterCity fra Londra, Manchester, Chester, Liverpool, Preston, Edimburgo e Glasgow; oltre allo sviluppo e l’introduzione a partire dal 2026 dei nuovi servizi sulla nuova linea ad alta velocità (High Speed 2) da Londra a Birmingham (160 km).

"Dopo soli tre anni nel Regno Unito, rafforziamo la nostra presenza con la gestione di una delle linee ferroviarie più importanti in Uk, in partnership con FirstGroup", dichiara in una nota Gianfranco Battisti, amministratore delegato di Fs Italiane. "L’aggiudicazione di questa gara rappresenta un altro passo significativo nella nostra ambizione di svolgere un ruolo importante nel settore ferroviario del Regno Unito. Con questa partnership prosegue lo sviluppo internazionale del Gruppo Ferrovie dello Stato, in particolare in un mercato ad alto potenziale come quello del Regno Unito". "Abbiamo una consolidata e riconosciuta esperienza nel settore dell'alta velocità in Italia. Questo progetto ha migliorato la vita degli italiani. Trenitalia opera nell'unico mercato competitivo e aperto per i servizi ad alta velocità nel mondo”, ha continuato Battisti.

Come ricorda la nota di Trenitalia, i servizi InterCity da Londra a Edimburgo/Glasgow trasportano ogni anno 39 milioni di passeggeri con 76 treni che garantiscono 300 collegamenti giornalieri. I ricavi del franchise nell’ultimo anno sono stati pari a oltre 1,250 miliardi di euro con previsione di crescita nei prossimi anni. La nuova partnership prevede l’ammodernamento dell’intera flotta di 56 treni Pendolino con 25.000 nuovi posti per i passeggeri. Entro il 2022 verranno inoltre offerti più di 260 servizi aggiuntivi alla settimana introducendo 10 nuovi treni elettrici e 13 treni bi-modali, anche in sostituzione dei diesel ancora utilizzati con una riduzione delle emissioni di CO2 del 61%. Inoltre, verranno installati, nelle stazioni e nei depositi, al fine di ridurre l’impatto ambientale, pannelli solari e sistemi di condizionamento ad alta efficienza energetica.

adnkronos

facebook_page_plugin