CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

rimini mareDal 15 maggio scorso la polizia locale di Rimini è impegnata in servizi di contrasto all'abusivismo commerciale che hannno registrato già considerevoli numeri: 87 rinvenimenti, 7 sequestri amministrativi ed altrettanti verbali nel corso di 30 attività specifiche. I servizi specifici predisposti dal Comando della Pm si concluderanno con la stagione balneare il 15 settembre prossimo e vedranno all’opera un nucleo speciale, formato da una ventina di operatori della Pm che saranno impegnati in più turni anche avvalendosi durante i controlli di action camera così da documentare le modalità d’intervento.

Un inizio dell’attività di contrasto all’abusivismo commerciale sull’arenile della Polizia municipale di Rimini che quest’anno, specie all’inizio e al termine della stagione balneare, vedrà come novità l’entrata in servizio dei quad. Si tratta di due mezzi recentemente acquistati che, per proprie caratteristiche tecniche, consentiranno agli agenti di muoversi in ambienti accidentati o difficili come appunto l’arenile, muovendosi con maggiore velocità e agilità a seconda delle necessità del servizio ed ampliando così le aree di controllo.

Braccialetti (1.660), occhiali (264), collane e anelli (408), radio (65), orologi (24) e poi ancora teli mare, ombrelli, foulards, cavigliere, i generi di mercanzia più diffuse sequestrate nel corso di questo primo scorcio d’attività che al termine della stagione 2018 ha portato a più di mille sequestri amministrativi e a 888 rinvenimenti di merci, riducendo pressoché a zero, il fenomeno delle vendite stanziali nei ‘mercatini’ non autorizzati che fino a qualche anno fa, specie nella zona sud della città, hanno occupato abusivamente intere porzioni di arenile.

Un risultato frutto di un cambiamento di strategia nell’azione di contrasto adottata dalla Polizia municipale in collaborazione con le altre forze dell’ordine, che ha portato, con un incremento annuo, costante dai 197 sequestri amministrativi del 2013 ai risultati attuali. Ciò ha consentito di tenere sotto controllo le articolazioni più evidenti (occupazione della spiaggia, vendita capi fasulli) di un fenomeno che, con l’applicazione della nuova strategia coordinata adottata con le altre forze di Polizia in seno al Comitato per l’ordine e la sicurezza coordinato dalla Prefettura, si conferma nei numeri e nei fatti decisamente e sensibilmente ridimensionato rispetto a qualche anno fa.

altarimini

 

facebook_page_plugin