CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

riviera romagnaSono state 152 le sanzioni elevate nei confronti delle prostitute sorprese nell’esercizio della prostituzione sul territorio riminese da quando, il 20 maggio scorso, è entrata in vigore la nuova ordinanza sindacale che prevede una sanzione amministrativa pecuniaria fino a 500 euro (400 se pagati entro 60 giorni) per chi è sorpreso nel porre in essere comportamenti diretti ad offrire prestazioni sessuali a pagamento o a richiedere informazioni su una serie di strade comunali individuate dall’ordinanza stessa.

Numeri in aumento rispetto a quelli registrati nello scorso anno, che nell’intero periodo di efficacia dell’ordinanza (dal 15 maggio al 15 ottobre 2018) furono 145, grazie all’accresciuto impegno da parte della Polizia locale di Rimini. Sono una decina gli operatori della Polizia locale impegnati costantemente con servizi mirati che, operando in abiti civili e utilizzando mezzi senza contrassegni, prendono avvio quasi quotidianamente già nel primo pomeriggio per protrarsi sulle vie dove maggiormente si manifesta il fenomeno fino a tarda notte.

Newsrimini

facebook_page_plugin