CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

 consumi asdicoNon crescono i consumi, diminuiscono i risparmi anche se aumenta la percentuale di reddito risparmiata. Sempre meno le famiglie che decidono di indebitarsi per acquistare o ristrutturare una casa. I dati raccolti dall'Ufficio di Statistica con l'indagine sui consumi e lo stile di vita delle famiglie sammarinesi confermano l'atteggiamento di sfiducia che ha caratterizzato gli ultimi anni. Eppure la maggior parte delle famiglie dichiara di ritrovarsi in una situazione economica stazionaria, rispetto al 2013, e diminuiscono i nuclei che stavano “un po' peggio” o “molto peggio”.

La famiglia sammarinese tipo è composta da coniugi e figli. Il capofamiglia è un lavoratore dipendente con un buon livello di istruzione. Il settore di attività prevalente, per entrambi i coniugi, è quello dei servizi, seguito dall'industria manifatturiera. I capofamiglia disoccupati sono il 3,5%, in lieve calo rispetto al 2013 ma nettamente superiore al 2011 quando la percentuale era dell'1,7.

Aumenta dello 0,2% la spesa media mensile. Si spende di più per alimentari e bevande, per i pasti fuori casa, per la salute, per spettacoli e vacanze. Si spende di meno in abbigliamento, calzature, utenze domestiche e telefoniche, per la casa, per i trasporti, per le attività sportive e per l'istruzione. Lieve diminuzione dei consumi in territorio. Si lascia la Repubblica per attività ricreative, per studiare, per cenare e per acquistare abiti e scarpe.

La spesa media annuale diminuisce dell'1,5% e passa dai 29milioni 825mila euro del 2010 ai 29milioni 363mila euro del 2014. Il reddito medio annuale della famgilia sammarinese supera i 40mila euro anche se il 30% del campione dichiara entrate tra i 16mila e i 30mila euro.

 

Smtv

facebook_page_plugin