CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

carispLa Banca Centrale della Repubblica di San Marino ha diffuso nei giorni scorsi i dati trimestrali del sistema bancario sammarinese, i primi per quanto riguarda il 2018.

Ancora in calo la raccolta del risparmio e quella indiretta che al 31 marzo 2018 tocca quota 5 miliardi e 710 milioni di euro, circa 70 milioni in meno rispetto al 31/12(2017 ma in crescita se raffrontata alle performance ottenute al 30 giugno 2017 (5 miliardi e 666 milioni) che al 30 settembre quando BCSM ha fatto registrare 5 miliardi e 570 milioni. "I dati – specifica in una nota la Banca Centrale della Repubblica di San Marino – che non sono direttamente raffrontabili con quelli dei trimestri precedenti poiché non includono gli aggregati relativi ad Asset Banca in liquidazione coatta amministrativa".

Sale di poco più di mezzo punto percentuale, attestandosi al 21,1%, il rapporto sofferenze nette sugli impieghi ( fine 2017 era del 20,5%). Cresce vistosamente e in maniera costante il dato dei debiti verso le banche: dai 50 milioni del giugno 2017, passando per i 105 milioni di settembre 2017, i 104 di dicembre 2017, si è arrivati, a fine marzo 2018, a 131 milioni.

Il totale del patrimonio netto attivo, sempre alla data del 31 marzo, segna 4 miliardi e 684 milioni di euro quando al 30 giugno 2017 era di 4 miliardi e 601 milioni, 4 miliardi e 543 milioni a settembre dello stesso anno e 4 miliardi e 773 milioni a fine 2017.

c.s

facebook_page_plugin