CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

Palazzo pubblicoCalo delle nascite, voglia di mettere su famiglia nonostante la precarietà e rispetto dell'ambiente: sono alcune delle considerazioni e dei desideri che emergono dalle istanze d'Arengo presentate ai Capitani Reggenti, Luca Boschi e Mariella Mularoni. Sono 25, in totale, le richieste che spaziano dalla famiglia al lavoro, dalla scuola alla sostenibilità. Particolare attenzione è dedicata a un futuro nuovo. Una delle istanze chiede “un segnale forte” per una “San Marino più verde”, con un programma di piantumazione di alberi in territorio anche tramite la partecipazione economica dei cittadini e l'intitolazione del 'proprio' albero. Altre chiedono di istituire la Giornata della sostenibilità e la Giornata nazionale dell'albero.

Attenzione anche ai rifiuti, con le istanze che puntano alla creazione di isole ecologiche in Città e a Borgo e al “miglioramento” della raccolta dei rifiuti in centro storico. Un'altra chiede che siano ripristinati gli alberi abbattuti in via Paolo III. Un gruppo di sammarinesi domanda poi di poter detrarre le spese per gli animali domestici, come visite veterinarie, interventi e farmaci.

Poi il supporto alla famiglia, come nel caso delle istanze per introdurre il congedo di paternità, per riconoscere periodi di aspettativa post-partum anche alle donne assunte a tempo determinato, ma anche il diritto di avere il part-time se si hanno figli minorenni o familiari non autosufficienti. Sul fronte scolastico, la richiesta di avere la figura dell'educatore come profilo di ruolo a scuola per bambini e ragazzi con difficoltà di apprendimento e quella di aumentare le ore di insegnamento dell'inglese alle elementari.

Torna, poi, il tema della cannabis a scopo ricreativo con la domanda di non prevedere, sul Titano, forme di maggiore liberalizzazione rispetto all'Italia. Per quanto riguarda la sanità, ad esempio, si chiede di creare un “percorso dedicato alla procreazione medicalmente assistita” in collaborazione con l'Italia per fare capo alle liste d'attesa delle strutture fuori confine. Una richiesta è dedicata all'“attuazione dell'agenda digitale”.

Richiamo anche alle radici della comunità, con l'istanza per rendere obbligatoria l'affissione di un'immagine del Santo Marino negli ambienti pubblici. I cittadini domandano poi tempi certi per l'attuazione delle stesse istanze. E in tema di leggi e diritto, spicca la richiesta di abrogare la legge del 1950 che vieta la riorganizzazione del partito fascista.

San Marino RTV

facebook_page_plugin