CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

Il 2014 è stato l'anno delle grande inchieste giudiziarie per San Marino, che hanno inciso sulla mole di lavoro per il nucleo antifrode e il gruppo interforze. Nel bilancio dell'anno scorso della Polizia Civile, diffuso oggi alla stampa, si contano infatti 30 milioni di euro di sequestri, sei arresti e una settantina di rogatorie eseguite dalle due sezioni. In particolare, il nucleo antifrode ha condotto 45 indagini amministrative e contabili per l'emersione di frodi e distorsioni commerciali, ha dato esecuzione a 28 rogatorie internazionali e 19 procedimenti penali, interrogato 62 persone, 34 le perquisizioni eseguite, 59 i sequestri, controllato 171 licenze commerciali. La somma totale di denaro sequestrato ammonta a 5 milioni di euro, cui si aggiungono una decina di immobili e "numerose" quote di società capitali. Quattro infine le persone arrestate.

 

Ancora più intensa l'attività del gruppo interforze che su diposizione della Magistratura nel 2014 ha dato esecuzione a 41 rogatorie internazionali e a 46 procedimenti penali, nel cui ambito ha interrogato 34 persone, eseguito 31 perquisizioni, 75 sequestri fra denaro, cassette di sicurezza, mandati fiduciari e documentazione. Sono state inoltre 155 le acquisizioni di documenti, oltre 2 mila le notifiche e 213 gli atti in tribunale, due le persone arrestate. La somma del denaro sequestrato dal gruppo interforze supera infine i 25 milioni di euro.

facebook_page_plugin