CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

Il piano di salvataggio all’attenzione dei dipendenti.
Assemblea in fabbrica nella mattinata di venerdì 3 Ottobre 2003

San Marino, 3 Ottobre 2003

Si è chiuso nella tarda serata di giovedì 2 ottobre 2003 a Palazzo Mercuri il vertice sulla crisi della Libra Compact, azienda di Gualdicciolo che produce mini escavatori e occupa 78 lavoratori.
Sindacato, governo e associazione industriali hanno esaminato un piano di salvataggio guidato dalla CAMS Industria, storica azienda sammarinese, pronta a rilanciare sul mercato la fabbrica di Gualdicciolo.

Secondo ipotesi ancora ufficiose si parla di un investimento di circa 8 milioni di euro e dell’assorbimento di circa 60 lavoratori.
Durante il vertice, durato oltre 4 ore, l’accordo non è stato firmato.

Giorgio Felici, vice segretario della CDLS, spiega che tutto è rimandato all’assemblea dei lavoratori e non si sbilancia.
“Non sono né ottimista né pessimista, abbiamo fatto una prima valutazione delle proposte anti-crisi e ci sono ancora diversi aspetti da discutere e approfondire”.

Felici non dice altro, ma quello che ancora non soddisfa il sindacato è la proposta di assorbimento parziale delle maestranze della Libra Compact: una decina di lavoratori resterebbero infatti tagliati fuori dal piano di salvataggio.
Da rivedere e migliorare anche le condizioni contrattuali di assunzione esaminate al tavolo della trattativa.

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

logoSmacpng

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin