CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese
San Marino, 11 Aprile 2003

Dopo l’approvazione da parte della maggioranza dei lavoratori del contratto industria, il sindacato torna alla carica per chiedere la sua concreta applicazione.

“Bisogna iniziare a dare pratica ai contenuti normativi del contratto - afferma il Segretario della Federazione Industria della CDLS, Giorgio FELICI (nella foto) - concentrandosi maggiormente sulle nuove regolamentazioni del mercato del lavoro e sulle politiche a sostegno della famiglia”.


“Dopo tanti anni – continua Felici – dove fenomeni come le assunzioni a tempo determinato, il distacco di lavoratori forensi presso le aziende sammarinesi, il lavoro interinale si sono sviluppati senza la minima regolamentazione ed in totale contraddizione con le più elementari norme del diritto, è finalmente arrivato un contratto che prevede maggiori strumenti di tutela. E’ del tutto evidente che questi strumenti non devono restare lettera morta all’interno del contratto, ma applicati e gestiti concretamente”.

Così il sindacato sottolinea la necessità di aprire a livello aziendale e dell’intero comparto industriale iniziative finalizzate alla piena attuazione agli accordi contrattuali.

“In primis – avverte sempre Giorgio FELICI – è necessario sanare le decine di situazioni al limite della legalità relative alle assunzioni a termine, ai distacchi ed ai lavoratori interinali.
Poi va aperto un confronto serrato con le aziende, mentre il Governo deve convocate rapidamente le commissioni paritetiche previste dal contratto: quella sul lavoro frontaliero e quella sui congedi parentali. Insomma, a quattro mesi dalla firma del contratto è davvero arrivato il tempo di tradurre le parole in fatti”.
 

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

logoSmacpng

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin