CDLS Confederazione Democratica Lavoratori Sammarinese

Fabbriche vuote, presidi affollati.

San Marino, 24 Ottobre 2002

Un segnale molto forte, di grande partecipazione ed estrema determinazione. È quello che hanno dato i lavoratori dell'industria e artigianato nello sciopero di oggi, che ha registrato una astensione dal lavoro pressoché totale, tant'è che le aziende sono rimaste praticamente vuote. Molto buona anche la partecipazione alle iniziative di presidio delle principali zone industriali e artigianali della Repubblica.

Con l'altissima partecipazione allo sciopero di oggi, prima iniziativa nell'ambito delle 72 ore di sciopero proclamate dalla FLI, i lavoratori hanno così dimostrato una grande compattezza e coesione nel respingere gli atteggiamenti provocatori e strumentali dell'ANIS, e hanno lanciato in maniera molto chiara il loro messaggio all'Associazione Industriali: deve tornare al tavolo contrattuale con proposte serie e costruttive, che possano consentire di concludere rapidamente e positivamente questa lunga vertenza contrattuale.

I lavoratori hanno scioperato con un forte spirito di unità e solidarietà per rivendicare il rispetto della loro dignità e per affermare in maniera molto forte che vogliono un mondo del lavoro in cui ogni dipendente possa uscire da ingiustificate condizioni di precarietà e possa contare su una soglia di diritti e di tutele certe; un mondo del lavoro in cui la legalità e la trasparenza siano la regola, e non l'eccezione. Ciò, respingendo l'obiettivo che finora si è posta l'ANIS in questa tornata contrattuale, cioè quello di ampliare ulteriormente l'area della precarietà e abbassare i livelli di protezione dei lavoratori.

La FLI, nell'esprimere GRANDE SODDISFAZIONE PER LA PIENA RIUSCITA DELLO SCIOPERO e L'ELEVATA PARTECIPAZIONE ai presidi, ritiene che l'ANIS non possa assolutamente ignorare il forte segnale di compattezza, unità e determinazione che è venuto dal mondo del lavoro, e metta in atto fin da ora un significativo cambiamento nei propri atteggiamenti, dando la disponibilità alla ripresa del confronto, per arrivare alla sigla del contratto con contenuti positivi.

Il Sindacato e i lavoratori richiamano anche il Governo alle proprie responsabilità, mettendo in campo fin dall'incontro di domani (25/10/2002 - ore 15.00 Palazzo Mercuri), volontà positive che possano contribuire alla positiva conclusione del contratto.

F.L.I. - C.S.U.

agenda176x90

cartarisparmio

csuservizi176x90

logoSmacpng

 

fondazione176x71

 

asdico176

cdsl176x90

 

 

facebook

 

facebook_page_plugin